Baia degli Infreschi, una cala da sogno

Oggi vi porto alla scoperta di una spiaggia favolosa, una cala da sogno: la Baia degli Infreschi.

La Campania si sa è ricca di spiagge meravigliose, basti pensare alla costiera Amalfitana o quella Sorrentina e subito vengono in mente posti da favola, ma qui ci troviamo molto più a Sud, precisamente nei pressi di Marina di Camerota, nota località balneare del Cilento.

La Baia degli Infreschi vista dall'alto
Baia degli Infreschi dal Belvedere

La Baia degli Infreschi (conosciuta anche come Porto Infreschi o Cala Infreschi) è una cala da sogno; conosciuta già da tempo, questa caletta nel 2014 ha vinto il premio di spiaggia più bella d’Italia di Legambiente, e grazie anche all’avvento dei social, la baia è diventata ancora più famosa.

Conseguenza di tutto ciò è, ovviamente, l’aumento del flusso di gente che si riversa ogni estate in questo luogo, a discapito della quiete di cui si potrebbe godere, nonchè dell’ambiente che però risulta ancora incantevole.

Il paesaggio e la Spiaggia

Scendendo verso Porto Infreschi, dopo circa 300metri si giunge ad una chiesetta molto carina dalla quale è possibile ammirare dall’alto la Baia. Questo è un vero e proprio punto Panoramico, da dove è possibile ammirare dei colori davvero unici. Il verde della vegetazione, il turchese del mare ed il bianco delle rocce, tutto davvero meraviglioso.

Fermatevi qualche minuto per scattare delle foto prima di proseguire per gli ultimi 200metri fino a raggiungere la spiaggia e godervi un meritato relax.

La spiaggia è davvero incantevole, con la presenza di alberi e insenature che fanno da ombra, e che creano uno scenario davvero Wild.

La spiaggia Wild
La spiaggia molto Wild


I ciottoli la fanno da padrone, sono tutti molto chiari e donano un aspetto davvero meraviglioso al fondo del mare cristallino al quale non sarà possibile resistere.

Nuotando intorno alla baia sarà possibile raggiungere piccole spiaggette ai lati della spiaggia principale, e piccole insenature o grotte davvero molto belle.

Quando visitare Baia degli Infreschi

La Baia è molto piccola, per cui occorre organizzare bene la visita; io ho avuto modo di visitarla a metà Giugno ed è sicuramente il limite massimo per visitare questo luogo durante i weekend, in quanto da fine Giugno fino ad Agosto il flusso di gente è davvero troppo per potersi godere una giornata relax in uno dei luoghi più belli della Campania.

Per chi ha la possibilità di organizzarsi durante la settimana, allora il mese di Giugno è sicuramente ancora accessibile, in altro modo consiglierei di organizzarsi a Maggio, magari durante un bel weekend di sole, o ancor meglio verso fine Settembre.

Come raggiungere Baia degli Infreschi

Esistono 3 modi per raggiungere la Baia: via mare, con l’auto, a piedi.

Percorso a piedi

Raggiungere la Baia a piedi può risultare sicuramente il modo più faticoso, ma in realtà non è così.
La Cala degli Infreschi è infatti raggiungibile tramite un percorso di trekking, per nulla complicato, della durata di circa 45′.
Il percorso è quello del Sentiero degli Infreschi, che parte dalla spiaggia di Lentiscelle a Marina di Camerota e termina giustappunto alla Cala degli Infreschi, attraversando però altre 2 calette molto belle dove è possibile sostare per un bagno prima di ripartire: la Spiaggia di Pozzallo e Cala Bianca.

Come detto, questa opzione non è affatto complicata e sopratutto è la più affascinante, ovviamente d’obbligo per chi è amante dei sentieri e del trekking.

Per maggiori informazioni sul sentiero vi linko l’articolo al quale ho fatto riferimento per visitare questo luogo: il Sentiero degli Infreschi.

Da considerare il fatto che poi bisogna tornare indietro 🙂 o ripercorrendo il sentiero a ritroso o chiedendo qualche passaggio via mare alle barche che portano i turisti in spiaggia da Marina di Camerota o da Scario.

Via mare

Raggiungere Cala degli Infreschi con una barca può risultare una bella opzione, nonchè comoda soprattutto per chi non ha la possibilità di scegliere tra le altre due soluzioni; ma c’è da tenere in conto alcuni fattori rilvevanti.

Se si noleggia una barca privata sarà davvero complicato trovare il modo di attraccare, in quanto a Cala degli Infreschi è possibile attraccare solo tramite boe e l’afflusso di barche è davvero esagerato.

Se si decide di usufruire delle cooperative di gite in barca, che dal porto di Marina di Camerota (o da Scario) portanto i turisti sulla baia, bisogna ovviamente sottostare agli orari da loro proposti per l’andata e per il ritorno. Nei periodi di basso afflusso è possibile contrattare in parte gli orari, ma quando il flusso di gente è elevato tutto ciò non è possibile e potreste trovarvi a godere della baia solo per poche ore.

Consiglio l’accesso via mare solo nel caso in cui si voglia visitare la baia giusto per curiosità e farsi un bagno in questa spiaggia meravigliosa.

Barca di una delle cooperative di gite verso Baia degli Infreschi
L’arrivo via mare con una delle cooperative di gite in barca
Con l’auto

Infine è possibile raggiungere la Baia con l’auto – ovviamente solo fino ad un certo punto.
Questa è stata la soluzione che ho adottato (ma solo per mancanza di tempo) ma che sento di sconsigliare sopratutto per chi non è dotato di auto 4×4 o comunque ad assetto alto.

In effetti mi sono lanciato all’avventura pur non avendo un’auto adatta al tragitto, semplicemente in quanto credevo che la strada sterrata che conduce alla Baia fosse breve; in realtà già giunti allo svincolo con la Contrada Conca Vascelli la strada inizia a non essere più asfaltata, ed inizia un percorso pieno di massi da scansare, buche posizionate a scacchiera, salite e discese ripide, il tutto della durata di almeno 20′ di auto (se si ha la fortuna di giungere fino in fondo); punto di arrivo massimo è l’Oasi degli Infreschi, dove poi bisogna per forza lasciare l’auto e continuare per circa 5′ a piedi verso Porto degli Infreschi.

Una volta giunti fin li con l’auto si può tirare un sospiro di sollievo e gettarsi a mare cercando di non pensare di dover ripercorrere lo stesso tragitto a ritroso.

Percorso in auto verso Baia degli Infreschi
Parte finale del percorso con l’auto

L’Oasi degli Infreschi

Chi visita la baia deve tenere in considerazione che non vi sono ristori direttamente in spiaggia, per cui o vi attrezzate con dei panini o una bella frittatina ‘e maccarun o risalendo dalla Caletta verso il percorso degli Infreschi vi è a 500metri un’azienda agrituristica che propone cibo a Km0: l’Oasi degli Infreschi.
E’ consigliabile la prenotazione qualora si decidesse di mangiare li.

Insomma che dire, per chi vive in Campania almeno una volta nella vita deve aver visitato questa Caletta, ma anche per chi viene da fuori consiglio un bel weekend a Marina di Camerota con visita alla baia degli Infreschi obbligatoria.



Giuseppe Morelli

Sviluppatore software con la passione per i viaggi e la fotografia. Amo condividere luoghi, amo condividere sensazioni, ma soprattutto amo condividere il mio punto di vista!

Lascia un commento